Articoli

LA FOLLIA GREENPASS

 

Quando il greenpass è stato ideato in Europa doveva servire solo per gli spostamenti fra paesi evitando così quarantene all’arrivo per le vacanze.

Poi, come ripetiamo da anni, la follia dei politici italiani ha superato ogni limite di DECENZA: prima hanno esteso questo strumento a eventi e manifestazioni (folle, ma perlomeno “praticabile” visto che si parla di eventi limitati nel tempo e sporadici) poi prima di andare in vacanza (alla faccia dello “stato di emergenza” ) lo hanno esteso ad attività abituali (come bar e ristoranti ad esempio) e perfino nei luoghi di lavoro come la scuola.

Continue reading “LA FOLLIA GREENPASS” »

C.Li.Va. continua a collaborare e coordinare azioni con varie realtà sul territorio della nostra penisola.

Cari iscritti,

a seguito della raccolta di 100.000 firme nell’estate del 2018 per la Proposta di legge di iniziativa Popolare per la
Libertà di Scelta, il C.Li.Va. continua a collaborare e coordinare azioni con varie realtà sul territorio della nostra penisola.

Qui sotto i canali di comunicazione a cui potete unirvi, per conoscere le varie azioni o proposte che vi invitiamo a seguire.

Staff Cliva

Il Comitato Libertà di Scelta, nato dall’unione di diverse realtà locali e regionali per promuovere la Proposta di legge di iniziativa popolare, resta più che mai attivo grazie all’amichevole e costante collaborazione di chi ha scelto di proseguire la condivisione di progetti e iniziative.
Se desiderate seguire le azioni, gli aggiornamenti, le notizie e i comunicati dei gruppi appartenenti al Comitato Libertà di Scelta potete farlo tramite i nostri canali ufficiali:

Facebook:
https://www.facebook.com/Libertà-di-Scelta-Proposta-di-Legge-di-Iniziativa-Popolare-158974298109784/

Telegram:
@comitatoLdS

Twitter:
@comitatoliberta

Sito:
www.ionondimentico.it

Libertà di Scelta – Proposta di Legge di Iniziativa Popolare

Renitenza alle vaccinazioni obbligatorie: una stima

Diffondiamo un documento redatto dal comitato “Libertà di scelta”, di cui anche C.Li.Va. fa parte insieme a tantissime realtà italiane, sul numero stimato dei bambini non in regola con le vaccinazioni da 0 a 16 anni .

Il comitato , basandosi sui dati delle regioni dotate di anagrafe e che hanno comunicato il numero degli inadempienti , ha ricostruito un ipotetico dato nazionale:

– 1.266.100 minori fra 0 e 16 anni non sono in regola con le vaccinazioni obbligatorie

Un dato che certifica in maniera evidente di come i giornali e i media sottovalutino il fenomeno tenendo a sminuire la portata di chi si oppone a obblighi vaccinali e esclusioni scolastiche.

Un numero che deve far riflettere chi ha in mano il potere di decidere di obblighi sanitari e esclusioni scolastiche sulle possibili conseguenze sociali . Approvare il DDL 770 in questo momento comporterebbe l’esclusione di oltre 1 milione di studenti in tutta Italia

Infine il documento riporta una proiezione del numero di genitori e quindi delle famiglie che si troverebbero a fronteggiare esclusioni scolastiche e sanzioni economiche :

-1.772.540 genitori

Qualcuno cercando di scoraggiarci ci classifica come “due gatti” , i numeri ci dicono che non è così.

Ringraziamo il comitato per la libertà di scelta per il documento e invitiamo tutti a leggerlo

C.Li.Va.
Renitenza_alle_vaccinazioni_obbligatorie-_una_stima_IP4