Bambini vaccinati hanno da due a cinque volte più malattie e disturbi rispetto ai bambini non vaccinati

Studio: i bambini vaccinati hanno da 2 a 5 volte più malattie e disturbi rispetto ai bambini non vaccinati

 

Continue reading “Bambini vaccinati hanno da due a cinque volte più malattie e disturbi rispetto ai bambini non vaccinati” »

OMS: considerazioni sul consenso informato in vaccinazioni per minori di 6/17 anni

Considerazioni sul consenso nella vaccinazione di bambini e adolescenti di età compresa tra 6 e 17 anni

In tutto il mondo, i programmi di immunizzazione includono sempre più, nei loro programmi nazionali di immunizzazione, vaccini che hanno come obiettivo gruppi di età al di là dell’infanzia. Questo documento si rivolge ai responsabili del programma che stanno pianificando di introdurre vaccini per bambini più grandi e adolescenti di età compresa tra 6 e 17 anni1

Esso fornisce informazioni che dovrebbero essere prese in considerazione quando si preparano note di orientamento sul processo di consenso o per chiarire le domande degli operatori sanitari che forniscono le vaccinazioni. Il documento è tanto più importante perché questo gruppo di popolazione può presentarsi per la vaccinazione senza un genitore accompagnatore o un tutore legale.

Continue reading “OMS: considerazioni sul consenso informato in vaccinazioni per minori di 6/17 anni” »

(ICON) Consenso Informato Internazionale: REAZIONI ALLERGICHE AI VACCINI

 

Nel nostro Paese la vaccinazione avviene sin dal 61ismo giorno di vita, prematuri o meno che siano, anamnesi o meno diversa.
Dopo 120 gg circa, il bambino di 6 mesi può aver già ricevuto 17 vaccini tramite polivalenti (vedi nuovo calendario per la vita approvato (https://clivatoscana.com/2019/07/26/calendario-vaccinale-per-la-vita-4-edizione-analisi-c-li-va)) ma al genitore il pediatra raccomanda lo svezzamento con l’introduzione di un solo alimento alla volta.
Due pesi, due misure.

Tuttavia:
“Dato l’elevato numero di vaccini somministrati in tutto il mondo, è necessario un consenso internazionale per quanto riguarda la valutazione e la gestione delle reazioni allergiche ai vaccini.”

Consultatele con il vostro medico di fiducia. La salute senza la valutazione del rischio non è tutelata.

Queste linee guida son state formulate da rappresentanti dell’Organizzazione mondiale delle allergie (WAO), dell’Accademia europea di allergie e immunologia clinica (EAACI), dell’American Academy of Allergy, Asthma e Immunology (AAAAI), e l’American College of Allergy, Asthma e Immunology (ACAAI), allergologi, immunologi, esperti sulla sicurezza del vaccino.

Cliva apre con questo documento tradotto da un instancabile staff di traduttori che ringraziamo, una nuova sezione dedicata al consenso informato, diritto che va difeso, ogni giorno, per ogni cittadino.

Diffondetene il valore anche stampandolo.

File originale.

 

C.Li.Va – Toscana
Calendario Vaccinale per la Vita 4° edizione

 

traduzione Italiano:

Continue reading “(ICON) Consenso Informato Internazionale: REAZIONI ALLERGICHE AI VACCINI” »

Certificato sportivo

Cari iscritti,
spesso ci chiedete come affrontare la richiesta del certificato medico di idoneità agonistica che prevede
l’obbligatorietà della vaccinazione antitetanica.
A seconda dell’età del bambino e dallo sport intrapreso, possono vedersi necessari diversi certificati sportivi.

Continue reading “Certificato sportivo” »

RACCOMANDAZIONI UFFICIALI PER SOGGETTI IMMUNODEPRESSI

RACCOLTA DI RACCOMANDAZIONI  UFFICIALI RIVOLTI A SOGGETTI IMMUNODEPRESSI.

Pericolo di incubazione malattia
tramite contatto con soggetti vaccinati recentemente.

Continue reading “RACCOMANDAZIONI UFFICIALI PER SOGGETTI IMMUNODEPRESSI” »

,

Apertura segnalazione sospetta reazione avversa.

Hai bisogno di fare una segnalazione di sospetta reazione avversa?

ECCO COME FARE:

sotto il link di riferimento.

 

 

COME COMPILARE LA SCHEDA

Per evitare che la scheda sia inutilizzabile prestare attenzione alla compilazione di tutti i campi richiesti.
I contatti del Centro Regionale Farmacovigilanza Toscana li trovate  qui

PERCHÈ SEGNALARE

Quando un farmaco/vaccino viene immesso in commercio sono noti solamente i dati di tollerabilità che derivano dagli studi clinici pre-registrativi.Questi ultimi generalmente consentono di evidenziare solo le reazioni più comuni.

Solo dopo la sua commercializzazione un farmaco/vaccino viene somministrato a un numero sempre più elevato di pazienti e quindi, attraverso la raccolta e la valutazione delle ADR, diventa possibile conoscerne più approfonditamente il rapporto beneficio/rischio.

La Farmacovigilanza è un’attività obbligatoria per legge, è prevista dalle Autorità sanitarie italiane e internazionali per cui i medici e gli altri operatori sanitari quasi per dovere deontologico sono tenuti a segnalare tramite apposite schede tutte le sospette reazioni avverse osservate (gravi, non gravi, attese ed inattese).
Per ulteriori informazioni ed elenco delle schede tecniche da consultare clicca qui

I TUOI DIRITTI

In caso di mancato adempimento agli obblighi previsti dal Decreto del Ministero della Salute del 30 aprile 2015, con particolare riferimento all’art. 22 , gli operatori sanitari incorrono nel reato di cui all’art. 328 c.p.

Nessun sanitario può rifiutarsi di fare una denuncia di Sospetta reazione avversa.

“Un intervento nel campo della salute non può essere effettuato se non dopo che la persona interessata abbia dato consenso libero e informato. Questa persona riceve innanzitutto una informazione adeguata sullo scopo e sulla natura dell’intervento e sulle sue conseguenze e i suoi rischi. La persona interessata può, in qualsiasi momento, liberamente ritirare il proprio consenso”.

Art. 5 della convenzione di Oviedo del 4/4/1997 (ratificata con L. 145/2001)

Per approfondimenti sul consenso informato e sull’obiezione attiva clicca qui .